Walter Volpatto, il colorist dalla Rai a Christopher Nolan: “Fare Star Wars è una passeggiata”

Nato a Torino e arrivato nella serie A di Hollywood, ha curato la color di quelli che, semplicemente, sono film da Oscar: Green Book, Star Wars, The Hateful Eight, Dunkirk, Interstellar. La storia di Walter Volpatto coincide con la nascita della post-produzione digitale e di una figura, quella del colorist, nata letteralmente dall’hardware e maturata in estro artistico, fino al punto da aspirare a un riconoscimento ufficiale agli Oscar. Chiara del Zanno lo ha intervistato su questo bel po’ di cose insieme al DOP Davide Manca. CDZ: Hai lavorato in RAI per dieci anni, poi hai mollato tutto per gli States: un colpo di follia o un colpo di fortuna? Ho lavorato in RAI a Torino dal 1991 fino al 20

Walter Volpatto, colourist from Rai to Christopher Nolan: "Making Star Wars Was a Piece of Cake

Born in Turin but reaching Hollywood's top league, Walter Volpatto oversaw the colour of what can simply be considered Oscar-worthy films: Green Book, Star Wars, The Hateful Eight, Dunkirk, Interstellar. Volpatto's story collides with the rise of digital post-production and a new role: the colourist, literally a product of hardware and artistic flair, until becoming an official acknowledgement at the Oscars. Chiara Del Zanno has interviewed him on these various topics together with DOP Davide Manca. CDZ: You worked for RAI for ten years, then you abandoned everything and moved to the States: a moment of madness or a stroke of luck? I worked for RAI in Turin from 1991 until about 2000 as part

"Fabrique du Cinéma", the new issue

The new issue of the magazine of young Italian cinema has arrived! Fabrique 29 is available in print and online. Don't miss updates, focuses and interviews with the new protagonists of the small and big screen. Read and download the magazine HERE.

Il nuovo numero di "Fabrique du Cinéma" è online

Il nuovo numero della rivista del giovane cinema italiano è arrivato! Fabrique 29 è disponibile in versione cartacea e online. Non perderti aggiornamenti, focus e interviste ai nuovi protagonisti del piccolo e grande schermo. Leggi e scarica il magazine QUI.

D'Innocenzo close Fabrique Awards Jury 2020

For the sixth edition of the Fabrique du Cinéma Awards, to be held on 12 December 2020 in Rome, the commission called to evaluate the works in the competition is composed of artists and professionals of the highest level: the directors Fabio and Damiano D'Innocenzo (La terra dell’abbastanza, Favolacce), the screenwriter Ludovica Rampoldi (Il traditore, Il ragazzo invisibile, Gomorra), Paola Gaglianone editor and writer (RAI), Cristiano Godano, musician and leader of the historic band Marlene Kuntz, Gianfranco Pannone director (Lascia stare i santi, Sul vulcano).

Completata la giuria degli Awards 2020

Per la sesta edizione dei Fabrique du Cinéma Awards, che si terrà il 12 dicembre 2020 a Roma, la commissione chiamata a valutare le opere in concorso è ancora una volta composta da artisti e professionisti di altissimo livello: i registi Fabio e Damiano D’Innocenzo (La terra dell’abbastanza, Favolacce),la sceneggiatrice Ludovica Rampoldi (Il traditore, Il ragazzo invisibile, Gomorra), Paola Gaglianone editor e scrittrice (RAI), Cristiano Godano, musicista e leader della storica band Marlene Kuntz, Gianfranco Pannone regista (Lascia stare i santi, Sul vulcano).

Top News
archivio
tags

            © 2018 INDIE PER CUI